Acquista la PEC

Registrala a partire da 15€

@legalmail.it

Le Notizie ← Torna alla news

19-08-2019

Pacchetti viaggio e danno da vacanza rovinata

Vacanze rovinate? Ecco come difendersi

Pacchetti viaggio e danno da vacanza rovinata

Se abbiamo acquistato un pacchetto viaggio che comprende più servizi (ad esempio trasporto e pernottamento) e quello che troviamo arrivati nel luogo di vacanza è ben diverso da quanto ci era stato proposto, ci troviamo in una situazione di inadempimento del contratto.

L’esempio più classico, e più frequente, è la non corrispondenza della struttura alberghiera a quanto promesso: acquistiamo un soggiorno di una settimana in un hotel con piscina e la piscina non c’è, oppure acquistiamo il pernottamento in un 5 stelle e ci ritroviamo in una struttura di categoria inferiore.

In questi casi, la prima cosa da fare è contestare subito l’inadempimento grave sia all’organizzatore che al venditore, via mail, pec, raccomandata AR e nell’immediatezza anche per telefono, e chiedere che risolvano il problema. Se non lo fanno, o lo fanno in modo inadeguato, il turista potrà chiedere sia una riduzione del prezzo del pacchetto che il risarcimento del danno, a seconda della gravità dell’inadempimento; dovrà quindi documentare al meglio l’inadempimento e conservare copia di tutte le spese sostenute.

Potrà inoltre richiedere il risarcimento del cosiddetto “danno da vacanza rovinata”, correlato al tempo di vacanza inutilmente trascorso ed all’irripetibilità dell’occasione perduta.

Il risarcimento andrà chiesto con raccomandata AR o mail di posta certificata (pec), indicando dettagliatamente l’inadempimento avvenuto e quantificando in modo più preciso possibile il risarcimento che si chiede. Se non si riceve una risposta – ed un risarcimento – soddisfacente, sarà necessario rivolgersi al giudice, iniziando una vera e propria causa.